image

Fiocco Azzurro a Casa Memoria

 

                                                image

La presidente Maria Luisa Impastato é diventata mamma. La sera di lunedì 24 Marzo é nato Niccolò, un bel bambino di tre chili e mezzo che si aggiunge alla splendida famiglia di Casa Memoria Impastato. I migliori auguri da parte del direttivo, del coordinamento nazionale e di tutti i soci.

GRAZIE MARIA LUISA E GIUSEPPE PER QUESTO SPLENDIDO REGALO!

                                                              foto-3

                                                

 

{jcomments on}

foto home2222

Latina, giornata di Libera

                                  foto home2222

LATINA – Nell’ambito della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera e Avviso Pubblico nel capoluogo pontino si terranno anche spettacoli, mostre e laboratori.

Ecco tutti gli appuntamenti – ”Munnizza, un corto illustrato e una mostra su Peppino Impastato e sua madre Felicia“. Presentazione del cofanetto “Munnizza, cento parole per cento pizzini”. Con reading degli autori dei pizzini dedicati a Peppino. A cura di Andrea Satta e Licio Esposito.

Introduce e modera Attilio Bolzoni. (Liceo Scientifico Grassi – Auditorium – via S. Agostino 8) – ”A testa alta“, proiezione del docufilm sui sindacalisti vittime di mafia. Dibattito col regista Alberto Castiglione e Umberto di Maggio (Liceo Classico Alighieri – Aula Cineforum – viale Mazzini 4) –

”Musica contro le mafie e musica delle mafie“. Proiezione del documentario e dibattito con gli artisti Maurizio Capone (Bungtbangt), Enrico Capuano, Alfonso de Pietro, Gennaro de Rosa, Daniele Sanzone (A67) e Marcello Ravveduto. Introduce e modera Sabrina Garofalo (Libera CS e Uni.Cal.). (Liceo Scientifico Majorana– Aula magna – via Roccagorga, angolo via Sezze)

Spettacolo “Il giorno della civetta“, di Astragali Teatro (IIS Marconi – Aula Magna – via Reno snc)

– Spettacolo “Fuoco in terra – Segnali di fumo all’orizzonte” scritto e diretto da Federico Ambrosanio con la collaborazione del prof. Franco Cuomo, associazione Incanto acustico (Liceo Classico Alighieri – Auditorium – Via Oriani angolo via Mazzini) ”OSSA dal racconto popolare dell’osso che canta alla storia di Placido Rizzotto“. Cunti di e con Alessio Di Modica. Area Teatro Augusta. A seguire intervento di Dino Paternostro (CGIL Corleone). (Istituto Magistrale Manzoni – viale Le Corbousier snc angolo Via Romagnoli)

– Mostra con percorso partecipato “E tu da che pArte stai?” a cura del Marano Ragazzi Spot Festival (per iscriversi: tudachepartestai@spotragazzi.it ) Approfondisci (Liceo Classico Alighieri – Atrio di ingresso – viale Mazzini 4)

– “Difendere e valorizzare il territorio“. Lo sviluppo economico per impedire il radicamento dei poteri politico mafiosi. A cura dell’Agesci (per iscriversi: gpanico@fastwebnet.it ) (Scuola Media Corradini – Aula Magna – via Amaseno 29)

 Spettacolo “Giudecca – Storie sommerse dal ghiaccio” Il tappeto di IQBAL Curia vescovile di Latina – Anfiteatro – via Sezze 16 (partecipazione senza iscrizione)

{jcomments on}

2013premiotetes

Il premio Musica e Cultura

L’attività culturale e l’attenzione verso le forme più impegnate di cinema e musica hanno rappresentato da sempre il mezzo attraverso il quale veicolare messaggi di libertà, di impegno e lotta alla subcultura mafiosa.

Peppino, figura per molti versi unica fra quanti hanno combattuto le mafie, fu tra i primi a comprendere quanto fosse importante il potere aggregante dell’arte e della cultura per la formazione di una diffusa coscienza antimafiosa. La famiglia, i compagni di Peppino e il centro di documentazione Impastato hanno intrapreso un percorso di apertura e di collaborazione con quanti volessero sviluppare progetti e iniziative artistiche per proseguire l’attività di denuncia e di ricerca che Peppino conduceva all’interno del circolo musica e cultura e attraverso le trasmissioni di Radio Aut.
Per questi motivi l’associazione Musica e Cultura di Cinisi ha indetto, insieme a Casa Memoria Impastato e al Centro Impastato di Sanremo il premio “Musica e Cultura”.
Il premio vuole valorizzare gli artisti che caratterizzano le loro attività e ricerca musicale con una forte componente di impegno e di denuncia contro le mafie per la promozione dell’uguaglianza, dell’internazionalismo, del pacifismo e della libertà come valori fondativi del rinnovamento sociale, politico e culturale.
Il premio, istituito nel 2011, è già stato assegnato a Roy Paci, Pippo Pollina, Moffo Schimmenti, Tete de bois, Stefano “Cisco” Bellotti e Modena City Ramblers. Il palco del 9 maggio a Cinisi ha visto l’esibizione di molti prestigiosi artisti, oltre ai già citati vincitori del premio.
Negli anni precedenti l’istituzione del riconoscimento, il palco del 9 Maggio a Cinisi ha ospitato le esibizioni di Carmen Consoli, Radiodervish, Alessandro Mannarino, Tony Canto, Claudio Lolli, il parto delle nuvole pesanti,i Lautari, Alfio Antico, Assalti Frontali, Flavio Oreglio, i LUF,i Talco, Mario Crispi e Arenaria e tanti altri artisti che si sono uniti nel ricordo di Peppino.

 

 

2013premiotetes

 Premio musica e cultura 2013 – Tete de bois

2013 premio moffo schimmenti

 Premio musica e cultura 2013 – Moffo Schimmenti

 

2012 premio a cisco e ai modena

 Premio musica e cultura 2012 – Tete de bois, Stefano “Cisco” Bellotti e Modena City Ramblers

 

2011premio pollina

 Premio musica e cultura 2011 – Pippo Pollina

2011premio roy

Premio musica e cultura 2011 – Roy Paci

logomusiaecultura

Associazione Musica e Cultura

logomusiaecultura

L’associazione Musica e Cultura è nata nel 2010 con l’intento di rinnovare lo spirito e il fermento dell’esperienza del circolo Musica e Cultura fondato nel 1975 da Peppino e i suoi compagni di lotta, sulla base della convinzione che proprio la musica, l’arte e la cultura sarebbero state leve fondamentali di lotta, coscienza e liberazione delle masse.
Attualmente l’associazione cura l’organizzazione dei concerti e delle attività culturali che si svolgono a Cinisi ogni 9 maggio, ha proposto nel 2010 il 2°raduno nuove tendenze, ha condotto laboratori di scrittura creativa e di musica nelle scuole di Cinisi e Terrasini, ha promosso iniziative ambientaliste come il primo viaggio dell’ “Ecomulo” di Federico Price Bruno, ha collaborato alla produzione dello spettacolo teatrale di Domenico Bravo “Stranieri Familiari”, ha collaborato a molti progetti di ricerca sulla vita e le battaglie di Peppino.

“Da parte nostra intendiamo ribadire alcune cose:

1)la cultura non è prerogativa di piccole elites dedite al sussiego salottiero, ma patrimonio di massa in continua evoluzione e frutto del contributo quotidiano di tutte le donne e gli uomini in lotta per migliorare le proprie condizioni di vita;
2)La musica, nelle sue forme più avanzate, è un momento del processo generale di emancipazione dallo sfruttamento materiale e da un modo repressivo e reazionario di concepire i rapporti sociali ed umani;
3)La nostra musica e la nostra cultura intendiamo gestircele in prima persona in rapporto di collaborazione critica con chiunque intenda darci il suo contributo a qualsiasi livello; intendiamo continuare sulla strada già aperta nel disprezzo di quanti, per difendere posizioni di potere già acquisite, crederanno di poterci ancora mettere il bastone fra i piedi e per l’affermazione della nostra identità culturale.”
circolo musica e cultura 1975

“Riteniamo che sia giunto il momento di approfondire pubblicamente il discorso sull’organizzazione e sulle finalità culturali del circolo “musica e cultura”. Dalle nostre prime iniziative crediamo sia emerso qualche dato fondamentale: la libera circolazione delle idee e l’elaborazione del programma, anche se un po disorganica, realizzata assemblearmente con l’apporto di chiunque abbia ritenuto opportuno contribuirvi. Qui si è concretizzata e si concretizza la nostra idea di cultura intesa non come monopolio d’elite, ma come partecipazione attiva e creativa, con riferimento esplicito e permanente alla realtà circostante in evoluzione. Il nostro circolo, lo ribadiamo, è aperto a tutti i democratici e si dirige per assemblee aperte e periodicamente convocate. Tutta la nostra attività è naturalmente autogestita. “
Circolo musica e cultura 1976

Il limite all’affermazione di una diffusa coscienza critica e antagonista non è la difficoltà all’accesso ai prodotti culturali, quanto piuttosto la natura dei percorsi formativi indotti dallo sviluppo delle nuove tecnologie.La Rete si è affermata come un efficace strumento per la libera e veloce diffusione di informazioni, ma inefficace per l’approfondimento e la diffusione di cultura. La crisi degli spazi pubblici e la definitiva sostituzione alla piazza reale delle immateriali piazze virtuali, infatti, favorisce itinerari individuali e personalistici che escludono qualunque momento di confronto collettivo costringendo a tristi forme di autismo intellettuale. Sentiamo l’urgenza e il dovere di agire affinchè la cultura possa essere autentico “patrimonio di massa in continua evoluzione e frutto del contributo quotidiano di tutte le donne e gli uomini in lotta per migliorare le proprie condizioni di vita” perchè le donne e gli uomini invece di essere in lotta per migliorare le proprie condizioni di vita hanno perduto il poco che avevano e ottenuto quello che nessuno voleva, collezionando le miserie e le umiliazioni di tutti i sistemi di sfruttamento del passato ignorandone la rivolta.
[…]La musica è di tutti, è per tutti e si può fare con qualsiasi cosa. La musica può essere utilizzata come strumento di liberazione delle emozioni e, per estensione, come liberazione delle categorie discriminate o bisognose di affermare i propri diritti. L’uso sociale e, a volte, politico della Musica è un dato di fatto. La musica favorisce il contatto tra differenti realtà e culture, anche apparentemente distanti tra loro (M.Capone, manifesto di Ecomusica)
Inoltre i concerti sono l’esempio più diffuso e immediato di performance artistica con un reale coinvolgimento emotivo e interattivo del pubblico.

L’associazione Musica e Cultura di Cinisi agisce all’interno di un laboratorio importante, intanto per la comunità nella quale opera: l’immenso patrimonio lasciato da Peppino, le sue denunce, la lotta dei suoi compagni, della famiglia e del centro di documentazione Impastato hanno prodotto una forte incrinatura nella dominante cultura mafiosa. Non va sottovalutato l’enorme lavoro culturale svolto a vari livelli: dalla madre di Peppino, Felicia Bartolotta, a Giovanni Impastato testimoni di una autentica sete di giustizia con la loro ostinazione quotidiana a incontrare i ragazzi delle scuole di tutta italia a casa Memoria, alle manifestazioni antimafia, ai piu di 10 anni di forum, ai concerti, agli spettacoli teatrali e al film I cento passi… Il processo a Tano Badalamenti, i forum sociale antimafia, l’uscita del film, l’intitolazione di una via del paese, dell’auditorium della scuola media e della sala consiliare a Peppino, e adesso l’assegnazione della casa di Badalamenti alle associazioni Impastato e Casa Memoria sono tutti fatti che dimostrano come il lavoro culturale riesca a trasformare e migliorare una comunità. A Cinisi oggi esistono diverse associazioni culturali che hanno aderito al progetto di “fare rete contro le mafie”promossa da Casa Memoria.
Chiaramente non possiamo dire Cinisi immune dai problemi che affliggono la Sicilia e il meridione, ma la memoria della straordinaria stagione di antimafia sociale vissuta fra Cinisi e Terrasini sul finire degli anni 70 è integralmente salva, ed è memoria viva, che incide nelle coscienze e nella realtà.
Cultura e Musica sono state parti integranti del progetto di salvezza della memoria e proiezione sul futuro di una coscienza civile e politica che sa guardare e affrontare il reale nella consapevolezza della necessità –ora più che mai- della costruzione di uno sguardo critico, creativo e di lotta in chiave collettiva, pubblica e condivisa.

Musica e Cultura 2014

Opuscolo-2

Conta e Cammina

                                        

Conta e Cammina –  Festival della legalità, dal 10 – al 15 marzo 2014, organizzato dall’ULNA (Centro Servizi Culturali e Cooperativa Sociale Progetto H) di Macomer e da Casa Gramsci a Ghilarza (Sardegna).

Gli organizzatori, con grande entusiasmo hanno oraganizzato un evento ricco di mostre, proiezioni video, dibattiti e spettacoli teatrali con la presenza di  Giovanni Impastato, Pino Manzella, Licio Esposito e tanti altri.

L’associazione Casa Memoria Impastato ringrazia in particolar modo Antonella Simula e Roberta Balestrucci.

 

                                Opuscolo-2

 

 

 

Lunedì 10 marzo

9:00 Accoglienza 10:00 “Osso, Mastrosso e Carcagnosso – Giochi contro l’ILLegalità” Laboratorio con Roberta Balestrucci (UNLA Centro Servizi Culturali)

11:15 Visita alla Mostra “Munnizza” a cura di Licio Esposito (padiglione Tamuli)

13:00 Pranzo Parco Cooperativa Sociale Progetto H

15:30 “Alla luce del sole – Un albero per Giovanni, Peppino, Paolo, Rita e Pino” – Laboratorio con Roberta Balestrucci (Parco Cooperativa Sociale Progetto H)

17:00 Visita alla Mostra “Peppino e dintorni” di Pino Manzella (Cooperativa Sociale Progetto H)

19:00 Proiezione del cortometraggio “Munnizza” e incontro con Giovanni Impastato (UNLA Centro Servizi

martedì 11 marzo

9:15 “A spasso per la legalità” – escursione a Parco Mariani – Bonorva

11:15 “Piazza della Costituzione 139” Laboratorio curato dal Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali)

13:00 Pranzo 16:30 Consegna attestati

17:15 “Falcone. Un Uomo” – Spettacolo Teatrale a cura del Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali)

mercoledì 12 marzo

9:00 Accoglienza

10:00 “Osso, Mastrosso e Carcagnosso – Giochi contro l’ILLegalità” Laboratorio con Roberta Balestrucci (UNLA Centro Servizi Culturali)

11:15 Visita alla Mostra “Munnizza” a cura di Licio Esposito (padiglione Tamuli)

13:00 Pranzo Parco Cooperativa Sociale Progetto H

15:30 “Alla luce del sole – Un albero per Giovanni, Peppino, Paolo, Rita e Pino” – Laboratorio con Roberta Balestrucci (Parco Cooperativa Sociale Progetto H)

17:00 Visita alla Mostra “Peppino e dintorni” di Pino Manzella (Cooperativa Sociale Progetto H)

18:30 “Falcone. Un Uomo” – Spettacolo Teatrale a cura del Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali) Culturali)

giovedì 13 marzo

9:15 “A spasso per la legalità” – escursione al Parco Mariani Bonorva

11:15 “Piazza della Costituzione 139” Laboratorio curato dal Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali) 13:00 Pranzo

16:30 Consegna attestati

17:15 Proiezione del cortometraggio “Munnizza” e incontro con Giovanni Impastato (UNLA Centro Servizi Culturali)

20.00 “Un incontro per Peppino” Dialogo sulla legalità con Giovanni Impastato e Monica Morini (Casa Gramsci – GHILARZA)

venerdì 14 marzo

9:00 Accoglienza

10:00 “Osso, Mastrosso e Carcagnosso – Giochi contro l’ILLegalità” Laboratorio con Roberta Balestrucci (UNLA Centro Servizi Culturali)

11:15 Visita alla Mostra “Munnizza” a cura di Licio Esposito (padiglione Tamuli)

13:00 Pranzo Parco Cooperativa Sociale Progetto H

15:30 “Alla luce del sole – Un albero per Giovanni, Peppino, Paolo, Rita e Pino” – Laboratorio con Roberta Balestrucci (Parco Cooperativa Sociale Progetto H)

17:00 Visita alla Mostra “Peppino e dintorni” di Pino Manzella (Cooperativa Sociale Progetto H)

18:30 “Falcone. Un Uomo” – Spettacolo Teatrale a cura del Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali)

19.30 “Munnizza” Un corto illustrato e una mostra su Peppino Impastato e sua madre Felicia. A seguire: “LIBERA!” Incontro con il regista Licio Esposito, Giovanni Impastato, Pino Manzella e Giuseppe Catozzella. Coordina P. Gavino Vacca, in occasione dell’inaugurazione del presidio Libera a Macomer. (UNLA Centro Servizi Culturali)

sabato 15 marzo

9:15 “A spasso per la legalità” – escursione al Parco Mariani Bonorva

11:15 “Piazza della Costituzione 139” Laboratorio curato dal Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali)

13:00 Pranzo 16:30 Consegna attestati 17:15 Proiezione del cortometraggio “Munnizza” e incontro con Giovanni Impastato (UNLA Centro Servizi Culturali)

18:30 Incontro con l’autore Giuseppe Catozzella – presentazione del suo nuovo romanzo edito da Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” (Libreria Emmepi)

21.00 “Falcone. Un Uomo” – Spettacolo Teatrale a cura del Teatro dell’Orsa (UNLA Centro Servizi Culturali) 

{jcomments on}