ainsard2

Premio Musica e Cultura

ainsard2

 

A ricevere il riconoscimento due artisti eclettici, che mettono il teatro, la loro arte, al servizio di una “rivoluzione culturale”, strada da percorrere verso il cambiamento

Quest’anno il Premio Musica e Cultura ha scelto di premiare due artisti eclettici, che utilizzano la loro arte, in modo innovativo e originale, per trasmettere messaggi di impegno civile e di denuncia sulle questioni importanti del nostro tempo.
A salire sul palco, per ritirare il Premio Musica e Cultura, giunto alla sua settima edizione, saranno Annalisa Insardà e Flavio Oreglio.

Il pubblico del 9 maggio ha già avuto modo di conoscere da vicino e di apprezzare Annalisa Insardà, l’anno scorso.
L’attrice, che ha ricoperto tanti ruoli nel cinema, nel teatro e in televisione (ha interpretato Renata, la cognata di Lea Garofalo, nel film “Lea” di Marco Tullio Giordana), ha portato sul palcoscenico di Cinisi “Reality shock”, uno spettacolo teatrale che denuncia ogni forma di privazione della libertà.
E proprio a Cinisi, durante la sua rappresentazione, ha cantato per la prima volta la canzone ispirata a Peppino Impastato “… e sale quanto basta”.
Il Premio Musica e Cultura ha scelto Annalisa Insardà: “per mettere la propria arte al servizio di una rivoluzione culturale, una rivoluzione gentile, ma determinata. Il teatro è forse il metodo efficace per raggiungere e toccare le corde sensibili di un individuo. E’ in grado di sprigionare una contagiosa emotività che consente di modificare le coscienze. Un grande artificiere che può disinnescare i meccanismi di distruzione sociale.
Il teatro di Annalisa Insardà è un’arte vigorosa, energica, piena di passione ed emotività. Caratteristiche che sono quel “… sale quanto basta” – come ci ricorda la sua canzone ispirata a Peppino – per un impegno civile in grado di imboccare la strada del cambiamento”.
Nella serata dell’8 maggio, presso l’atrio comunale di Cinisi, l’attrice ci regalerà un altro dei suoi monologhi.

 

FLAVIOoreglio

Flavio Oreglio è nato artisticamente a metà degli anni ’80 nei locali dei Navigli a Milano. Musicista, attore, cultore del Teatro Canzone, si esprime da sempre coniugando riflessione e umorismo, comicità e poesia, satira e impegno civile.
Il Premio gli viene riconosciuto “per la freschezza e la modernità che la sua arte continua a esprimere. Chiaro, conciso e senza fronzoli, grazie ai veloci tratti della sua scrittura breve, la “brev art” come la chiama lui, affronta con ironia le tematiche dell’oggi scoprendo le nudità della vita quotidiana: quegli aspetti contraddittori che ne costituiscono la faccia più pericolosa ma, al tempo stesso, più divertente. Da sempre individua la ‘rivoluzione culturale’ come tratto più importante della semplice e banale ‘rivoluzione politica’. Uno degli artisti più versatili e completi del nostro tempo, che preferisce far ridere e pensare, piuttosto che pensare di far ridere”.

I due artisti ritireranno il loro Premio il 9 maggio, nel corso della serata che si svolgerà a partire dalle ore 20.30 nell’atrio comunale. Oltre al Premio Musica e Cultura, il programma ricchissimo prevede: il laboratorio teatrale “La notte inghiotte la città” e i concerti della cantante folk Matilde Politi e del rapper Kento, partecipante alla rassegna cantautori “Premio Tenco”.

Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato

{jcomments on}

 

 

 

guidoattuale

Oltre 100 foto per i diritti negati

guidoattuale

 

Il Concorso Fotografico “Guido Orlando” 2017 – Premio fotografico Peppino Impastato” fa registrare un’ottima partecipazione, 45 autori hanno inviato le loro opere da ogni parte d’Italia

 

Ottimo risultato per il Concorso Fotografico “Guido Orlando” 2017 – Premio fotografico Peppino Impastato”, dedicato al tema dei “diritti negati”.
Sono arrivate, a un mese dall’uscita del bando, più di 100 fotografie inviate da circa 45 autori, tra fotografi amatoriali e professionisti di tutto il territorio italiano.
Il concorso, in questa edizione 2017, è curato dall’Associazione Asadin in collaborazione con Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, e a partire da quest’anno è dedicato a Guido Orlando, scomparso prematuramente 5 anni fa.
Guido, che ha fatto della fotografia la sua massima forma di espressione, è stato uno dei compagni di Peppino Impastato, tra i fondatori di Casa Memoria e dell’Associazione fotografica Asadin, e quando era ancora in vita, aveva contribuito a ideare il premio fotografico “Peppino Impastato”, di cui sono state svolte due edizioni (nel 2014 e nel 2015). E’ per questo che il concorso Guido Orlando ed il Premio fotografico Peppino Impastato sono profondamente intrecciati tra loro.

Importante è stato il sostegno che questa edizione del concorso ha ricevuto da parte di varie realtà associative e di numerosi siti on line e giornali, che hanno pubblicato l’annuncio del bando, dando vita ad un tam tam coinvolgente, che ha favorito l’arrivo di un alto numero di fotografie di ottimo livello qualitativo, ispirate a un tema importante che i partecipanti hanno approfondito scandagliandone le differenti sfaccettature: diversi i diritti negati agli esseri umani costretti a subire ogni giorno violenza, a vedere violata la propria integrità e negata la possibilità di esprimere la propria natura liberamente, obbligati a vivere un’esistenza priva di dignità. E’ stato affrontato allo stesso tempo il tema della lotta per l’ottenimento dei diritti personali e collettivi.
A valutare le fotografie (in forma anonima) sarà la giuria di qualità composta dal Fotoreporter Tano D’Amico, dal Fotografo Francesco Seggio e dal Pittore e Fotografo Pino Manzella che selezioneranno le foto per la mostra “Diritti Negati” che sarà inaugurata, con la presenza dei giurati, giorno 8 Maggio alle ore 11 presso il salone Comunale di Cinisi in Piazza Vittorio Emanuele Orlando.
La giuria inoltre sceglierà la foto vincitrice, che riceverà la targa del “Premio fotografico Peppino Impastato” durante la serata dell’8 Maggio che si svolgerà presso l` Atrio comunale a partire dalle ore 20.30. Oltre alla premiazione sarà proiettato il video – reportage “Diritti Negati” testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi a cura di AfrikaSì ONLUS e sarà presentato il monologo di Annalisa Insardà. Presenti alla serata saranno Tano D’Amico, Francesco Seggio e Pino Manzella.

Ringraziamo tutti i fotografi che hanno partecipato e le associazioni che hanno appoggiato il concorso.

Associazione fotografica Asadin

{jcomments on}

torneo memorial impastato 2015 26-640x426

Il calcio apre il 9 Maggio

torneo memorial impastato 2015 26-640x426

 

Per la terza edizione del Memorial Peppino Impastato tante le squadre di giovanissimi in campo, provenienti da tutta la Sicilia

Sarà il calcio ad aprire le iniziative del 9 Maggio. Si inizierà giovedì 4 maggio con la presentazione del “III Memorial Peppino Impastato”, organizzato dall’associazione ACD Citta di Cinisi in collaborazione con Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato.
Un’iniziativa che accosta lo sport alla lotta alla mafia e vede il coinvolgimento di tanti bambini e ragazzi. Quest’anno il torneo, giunto alla terza edizione, si articolerà in cinque categorie (annate 2004/2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010/2011). Per ogni categoria parteciperanno sedici squadre provenienti da tutta la Sicilia e anche dalla Calabria: a Cinsi arriverà una squadra di Crotone.
Un’ottantina di squadre che si sfideranno all’interno di una competizione sana, in grado di trasferire ai più giovani i valori di uno sport come il calcio.
“Il Memorial – dice l’organizzatore Andrea Lo Faso – ha aiutato ad avvicinare il nostro paese alla figura di Peppino e alla sua famiglia, ma anche a tutte le altre vittime innocenti di mafia. E anche a testimoniare l’impegno di tanti singoli e associazioni che a Cinisi operano e che non tappano gli occhi”.
Nonostante, nell’ambito dei grandi giri d’affari, spesso il calcio diventa scenario di eventi criminosi e infiltrazioni mafiose, in realtà locali più piccole questo sport riesce ancora a esprimere ideali che possono contribuire all’educazione di bambini e ragazzi. Come nel caso dell’ACD Città di Cinsi che dal 2011 svolge un’attività sociale in grado di coinvolgere 165 giovanissimi.

Giovedì 4 maggio alle 17.30, presso l’aula civica, sarà presentato ufficialmente il “III Memorial Peppino Impastato”. Alla presentazione, oltre ad Andrea Lo Faso, parteciperanno il presidente della Lega nazionale dilettanti Calcio Sicilia, ingegner Santino Lo Presti, il presidente della Federazione provinciale Palermo Gioco Calcio, ingegner Defedino Corbo, e l’ex allenatore del Trapani, Ciccio Di Gaetano.
La prima parte dell’iniziativa sarà seguita dalla presentazione del libro “Campioni per sempre” del professor Fabrizio Prisco. Il libro è dedicato a quegli “eroi” del calcio, tragicamente scomparsi, che hanno lasciato un segno nel cuore dei tifosi e che, ancora oggi, vengono ricordati non solo per i successi sportivi, ma anche per il loro carisma e la loro personalità.
A parlarne con l’autore il sociologo Umberto Santino, presidente del Centro siciliano di documentazione Giuseppe Impastato, e Andrea Lo Faso, organizzatore del Memorial.
L’iniziativa sarà coordinata da Giovanni Impastato.

Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato

{jcomments on}

giovannibalcone

9 Maggio: non solo un anniversario

giovannibalcone

 

Giovanni Impastato: “si tratta di un momento di lotta, di impegno e di mobilitazione”

In questi giorni a Casa Memoria sta succedendo una cosa sorprendente e inaspettata. Centinaia e centinaia di persone, ogni giorno, ci stanno venendo a trovare.
Dopo anni, ancora tutto questo ci sorprende.
Pullman colmi di ragazzi e ragazze con i loro insegnanti, gruppi organizzati per le visite prenotate, ma anche gente, che, estemporaneamente, passa da Cinisi appositamente per venire a Casa Memoria. Persone che arrivano dall’Italia, ma anche dall’estero.
Si tratta di un’esperienza unica che ci riempie di gioia e che ci sprona a proseguire verso l’importante obiettivo del 9 Maggio 2018, 40mo anniversario dell’assassinio mafioso di Peppino.
Un obiettivo che ci guida e che segna il passo anche di questo 9 maggio 2017. Dal 10 maggio 2017 ci metteremo ancora in pista per tagliare il traguardo dei 40 anni, con la consapevolezza di dover lavorare ancora di più rispetto a quanto fatto fino a ora.
Chiederemo, quindi, la collaborazione del gruppo di lavoro di Coordinamento Nazionale, che abbiamo costituito a ottobre del 2016, per un impegno e una mobilitazione sui territori, che coinvolgano le scuole, ma anche la parte sana delle amministrazioni e istituzioni, le associazioni, i movimenti e i singoli, che condividono il nostro percorso e i nostri progetti.
Partendo dalle idee di Peppino, i diritti negati saranno il nostro filo conduttore, senza tralasciare la Memoria, di fondamentale importanza per costruire il nostro futuro.
In questi giorni, abbiamo chiuso il programma delle iniziative di quest’anno. Ci sono arrivate tante richieste e tante proposte e abbiamo cercato di programmare iniziative coerenti ai temi che ci sono più vicini e che riteniamo importante affrontare.
Le proposte che non sono rientrate nel programma, perché giunte troppo tardi o per motivi di spazio, saranno seriamente prese in considerazione per un ulteriore percorso che programmeremo nell’anno che ci separerà dal 9 maggio 2018.

 

Il 9 Maggio non rappresenta solo un anniversario, ma è e dovrà continuare a essere un’occasione di lotta e di mobilitazione in continuità delle idee di Peppino per l’affermazione dei diritti negati e dei valori etici.
Il 9 Maggio continua a crescere sempre di più proprio perché si è distaccato dalle utopie e dai c.d. proclami “rivoluzionari”, sempre più spesso frutto di entusiasmi passeggeri che non hanno fatto altro che alimentare illusioni e risolversi in nulla di fatto.
Pensiamo che oggi più che mai sia il caso di essere terreni e concreti, partendo dal lavoro quotidiano e dalla presenza attiva nella nostra realtà.
Casa Memoria ha cercato di essere coerente nel trasmettere alle nuove generazioni il messaggio di Peppino e di costruire un progetto politico e culturale sempre nel rispetto delle sue idee.
Insieme al Centro Impastato di Palermo, che quest’anno festeggerà con noi i 40 anni della sua fondazione, continuiamo a essere attivi, combinando il nostro lavoro di memoria e di impegno con lo studio e l’accoglienza.
Abbiamo mantenuto uno sguardo sul mondo e continueremo a farlo per affrontare temi sociali, politici e civili, cercando di raccogliere le tante istanze dal basso che partono da ogni angolo della terra.
Abbiamo realizzato tante cose e speriamo di realizzarne tante altre. Sosterremo il Centro Impastato nel progetto del Memoriale- laboratorio della lotta alla mafia, che sorgerà a Palermo e sarà istituito con la collaborazione del Comune.
La riteniamo una delle iniziative più importanti degli ultimi anni nell’ambito dell’impegno antimafia.

Infine, ci sembra doveroso ringraziare tutti coloro che ci sono vicini e ci accompagnano nel nostro lavoro quotidiano e le tante persone che ci vengono a trovare e che, con le loro attenzioni, ci spingono ad andare avanti nel nostro impegno.
Invitiamo tutti a tornare a Cinisi per condividere con noi l’emozione di 40 anni di lotte e di impegno. Ma anche a ritornare, tra qualche giorno, per vivere un 39mo anniversario di riflessione, aggregazione sociale e accoglienza.
Buon 9 Maggio 2017 a tutti.   

Giovanni Impastato

{jcomments on}

peppino-impastato ok

9 Maggio: nuovi aggiornamenti

peppino-impastato ok

Tra gli eventi di spicco la presentazione del libro “Oltre i cento passi” di Giovanni Impastato con le illustrazioni di Vauro, edito da Piemme

Nuovi aggiornamenti per il programma delle iniziative delle giornate dedicate al 39mo anniversario dell’assassinio mafioso di Peppino Impastato.
Tra le novità di spicco l’iniziativa per il libro “Oltre i cento passi” di Giovanni Impastato con le illustrazioni di Vauro, edito da Piemme, che sarà presentato lunedì 8 maggio, alle ore 17,00 presso l’aula civica.
Qui sotto trovate una bozza aggiornata del programma. Il cartellone potrebbe ancora subire variazioni con spostamenti e inserimenti di nuovi ospiti.
Presto metteremo online il programma definitivo.
Vi aspettiamo a Cinisi numerosi!

GIOVEDI’ 4 MAGGIO

Ore 17,30 presso aula civica, presentazione torneo di calcio “III Memorial Peppino Impastato” e presentazione libro “Campioni per sempre” di Fabrizio Prisco a cura di Andrea Lo Faso e Giovanni Impastato.

VENERDI’ 5 MAGGI0

Ore 17,30, presso Torre Alba di Terrasini, inaugurazione della mostra “Io non RITRATTO. Peppino Impastato, una storia collettiva”, compagne, compagni, amici e familiari di Peppino ritratti oggi dai fotografi dell’Associazione AsaDin.

SABATO 6 MAGGIO

Ore 9,30 presso ex Casa Badalamenti, progetto teatrale  “Parole e Sassi” la storia di Antigone in un racconto – laboratorio per le nuove generazioni di Letizia Quintivalla con Simona Malato.
Ore 11,30 incontro con l’attrice Simona Malato “Teatro Autonomia Antigone” Racconto sulla nascita del Collettivo Progetto Antigone e la genesi di Parole e Sassi.
Ore 16,30 presso l`Aula consiliare, presentazione del libro “L’incantesimo delle Civette” di Amedeo La Mattina, Edizioni e/o a cura dei Giovani democratici di Cinisi
Ore 18,00 presso l’ex casa Badalamenti, presentazione del Progetto “Ulissi” di Routes Agency – Ricerche e pratiche artistiche sugli immaginari mafiosi nelle culture contemporanee. Proiezione del video sul campo sperimentale “Dimenticato a memoria” svoltosi nel bene confiscato di Fiori di Campo.
Ore 21,00 presso l’atrio comunale, “Mafia caporale – il Reading” a cura di Leonardo Palmisano e musiche di Giuseppe De Trizio.

DOMENICA 7 MAGGIO

40mo anniversario del CSD Giuseppe Impastato
presso aula civica

Ore 10,00 “Il ruolo del Centro Impastato e la memoria di Peppino”. Introduce e coordina Umberto Santino. Intervengono: Anna Puglisi, Giovanni Impastato, Felicia Vitale Impastato, Maria Luisa Impastato, i compagni di Peppino: Andrea Bartolotta, Pino Manzella e altri compagni di Peppino Impastato.
Ore 16,30 “Il Centro Impastato e la richiesta di verità e giustizia sull’assassinio di Peppino”. Introduce e coordina Umberto Santino. Intervengono: Anna Puglisi del CDS Giuseppe Impastato di Palermo, Franca Imbergamo, pubblico ministero ai processi contro Vito Palazzolo e Gaetano Badalamenti, Angelo Pellino, giudice a latere nel processo a Vito Palazzolo ed estensore della sentenza di condanna, Giovanni Russo Spena, presentatore della relazione della Commissione parlamentare antimafia sul depistaggio delle indagini.

Ore 21,00 presso la sala Espositiva del Margaret Cafe` di Terrasini, Mostra di Vignette di Pino Manzella

 

LUNEDI’ 8 MAGGIO

Ore 10,00 presso ex casa Badalamenti, inaugurazione mostra dei Licei Artistici aderenti al progetto delle “pietre della memoria”.
Ore 11,00 presso aula civica, inaugurazione della mostra “Diritti Negati” a cura dell’associazione AsaDin.
Ore 16,00 presso ex casa Badalamenti, presentazione progetto di crowdfunding ” Co.METE- Condividere Memorie ed Esperienze” Antigone Osservatorio sulla ndrangheta e Nuova Carini 
Ore 17,00 presso l’aula civica, presentazione del libro “Otre i cento passi” di Giovanni impastato con le illustrazioni di Vauro, edito da Piemme
Ore 19,00 presso Casa Memoria, premiazione “III Memorial Peppino Impastato” a cura di Andrea Lo Faso, Associazione ACD Città di Cinisi.
Ore: 20,30, presso l` Atrio comunale
AfrikaSì ONLUS Video – reportage “Diritti Negati”, testimonianze dalle ingiustizie del mondo di oggi
Premio Fotografico “Guido Orlando’ con presenza del fotoreporter Tano D’Amico, del Fotografo Francesco Seggio e dell’artista Pino Manzella.
Monologo di Annalisa Insardà

MARTEDI’ 9 MAGGIO

Ore 10,00 presidio al Casolare

Intervento della Consulta giovanile di Polizzi Generosa dal  titolo  “D come Peppino”

Ore 17,00 Corteo storico da Radio Aut a Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato
Ore 20,30, presso l’atrio comunale:
La notte inghiotte la citta`- laboratorio teatrale;

Concerto di: Matilde Politi – cantante folk 

Kento – rapper, partecipante alla rassegna cantautori “Premio Tenco”;

Assegnazione del Premio Musica e Cultura, settima edizione, ad Annalisa Insardà e Flavio Oreglio;

Mostre da visitare:

“Mostra Vignette” di Pino Manzella Presso la sala Espositiva del margaret Cafe` Terrasini dal 7 al 14 Maggio

“Diritti negati”, collettiva fotografica a cura   dell’Associazione AsaDin con foto finaliste del concorso  fotografico ” Guido Orlando” 2017- premio Fotografico Peppino Impastato. Presso la sala civicadel Comune di Cinisi, dall’8 al 14 maggio.

Polemos II° edizione – Mostra dei Licei Artistici della provincia di Palermo, Liceo Artistico Damiani Almejda di Palermo e il  Liceo Artistico Regionale Renato Guttuso di Bagheria, presso ex casa Badalamenti dall’8 al 14 maggio.

“Io non RITRATTO. Peppino Impastato, una storia collettiva” compagne, compagni, amici e familiari di Peppino ritratti oggi dai fotografi dell’Associazione AsaDin. Presso Torre Alba di Terrasini. Visitabile dall’8 al 14 maggio, info associazioneasadin@libero.it

Dal 4 all’8 Maggio presso il Campo sportivo di Cinisi, “III Memorial Peppino Impastato”, torneo di calcio a cura di Andrea Lo Faso dell’Associazione ACD Città di Cinisi, categorie 2004/2005 – 2006 – 2007 – 2008 – 2009 – 2010/2011.

Dirette e interviste su Radio 100 passi

{jcomments on}

9 maggio 2014 3

9 Maggio: quasi pronti…

9 maggio 2014 3

Ecco una bozza del programma provvisorio. Vi comunichermo work in progress aggiornamenti e variazioni

I diritti negati saranno il filo conduttore del 39mo anniversario dell’assassinio mafioso di Peppino Impastato. Un tema che ci sta a cuore e che porteremo avanti fino al 2018, quando ricorrerà l’importante anniversario del 40mo. Nel frattempo, siamo al lavoro per l’organizzazione del 9 Maggio 2017.
Tante, come al solito, le iniziative sociali, culturali, musicali e sportive.
Qui sotto trovate una bozza di programma, non ancora definitivo. Vi terremo aggiornati su novità e variazioni.
E non dimenticate: vi aspettiamo a Cinisi numerosi!

 

GIOVEDI’ 4 MAGGIO

Ore 17, presso il campo sportivo di Cinisi, presentazione torneo di calcio “Memorial Peppino Impastato” e presentazione libro sul calcio “Campioni per sempre” di Fabrizio Prisco calcio a cura di Andrea Lo Faso e Giovanni Impastato.

VENERDI’ 5 MAGGIO

Ore 17.30, presso Torre Alba di Terrasini in piazza Falcone e Borsellino, a pochi passi dalla sede storica di Radio Aut, inaugurazione della mostra “Io non RITRATTO. Peppino Impastato, una storia collettiva”, compagne, compagni, amici e familiari di Peppino ritratti oggi dai fotografi dell’Associazione AsaDin.
Visitabile fino al 14 maggio.

SABATO 6 MAGGIO

Ore 9.30 presso ex Casa Badalamenti, progetto teatrale partecipativo “Parole e Sassi” con Simona Malato (bando pubblico -20 ragazzi-)
Ore 16.30, presso la sala polifunzionale dell’ex casa Badalamenti, presentazione del libro “L’incantesimo delle Civette” di Amedeo La Mattina, Edizioni e/o a cura dei Giovani democratici di Cinisi
Ore 18, presso l’ex casa Badalamenti, presentazione del Progetto “Ulissi” di Routes Agency – Ricerche e pratiche artistiche sugli immaginari mafiosi nelle culture contemporanee. Proiezione del video sul campo sperimentale “Dimenticato a memoria” svoltosi nel bene confiscato di Fiori di Campo.
Ore 21, presso l’atrio comunale, reading musicale “Mafia caporale” a cura di Leonardo Palmisano

DOMENICA 7 MAGGIO

40mo anniversario del CSD Giuseppe Impastato
presso aula civica

Ore 10 “Il ruolo del Centro Impastato e la memoria di Peppino”. Introduce e coordina Umberto Santino. Intervengono: Anna Puglisi, Giovanni, Impastato, Felicia Vitale Impastato, Maria Luisa Impastato, i compagni di Peppino: Andrea Bartolotta, Pino Manzella e altri
Ore 16.30 “Il Centro Impastato e la richiesta di verità e giustizia sull’assassinio di Peppino”. Introduce e coordina Umberto Santino. Intervengono: Anna Puglisi, Franca Imbergamo, pubblico ministero ai processi contro Vito Palazzolo e Gaetano Badalamenti, Angelo Pellino, giudice a latere nel processo a Vito Palazzolo ed estensore della sentenza di condanna, Vincenzo Gervasi avvocato di parte civile dei familiari, Giovanni Russo Spena, presentatore della relazione della Commissione parlamentare antimafia sul depistaggio delle indagini.

Finale Campionato di Calcio Memorial Peppino Impastato
(svoltosi nei tre giorni precedenti)

LUNEDI’ 8 MAGGIO

Ore 10, presso corso Umberto I a Cinisi, inaugurazione delle ultime mattonelle del percorso dei cento passi e inaugurazione mostra dei Licei Artistici aderenti al progetto delle pietre della memoria.
Ore 11, presso la sala polifunzionale dell’ex casa Badalamenti, inaugurazione della mostra “Diritti Negati” a cura dell’associazione AsaDin.
0re 16, presso ex casa Badalamenti, presentazione del progetto “Mappatura Beni confiscati” Osservatorio sulla Ndrangheta e Nuova Carini
Ore 17.30, presso aula civica, Convegno Diritto allo studio promosso da AfricaSi
Ore 18.30, presso Casa Memoria, premiazione Memorial Peppino Impastato
Ore 20.30 Serata presso l’atrio comunale
Monologo di Annalisa Insardà
Premio Fotografico “Guido Orlando’ con presenza del fotoreporter Tano D’Amico, del Fotografo Francesco Seggio e dell’artista Pino Manzella.

MARTEDI’ 9 MAGGIO

Ore 10 presidio al Casolare
Ore 17 Corteo storico da Radio Aut a Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato
Ore 20.30, presso l’atrio comunale, Assegnazione del Premio Musica e Cultura, giunto alla sua settima edizione, ad Annalisa Insardà e Flavio Oreglio
A seguire concerti Matilde Politi (
vincitrice del “Premio speciale Musica contro le Mafie” assegnato da Casa Memoria) e Kento (rapper, partecipante alla rassegna cantautori “Premio Tenco”.

Mostre da visitare:

“Diritti Negati”, mostra dell’Associazione Asadin al cui interno saranno presenti i progetti dei finalisti del Concorso fotografico 2017 e delle edizioni passat. Presso la sala polifunzionale dell’ex casa Badalamenti dall’8 maggio al 30 settembre

Polemos II° edizione – Mostra dei Licei Artistici della provincia di Palermo, Liceo Artistico Damiani Almejda di Palermo, Liceo Artistico Regionale Renato Guttuso di Bagheria e il liceo Artistico Diego Bianco Amato di Cefalù, presso la sala civica del Comune di Cinisi dall’8 al 14 maggio.

“Io non RITRATTO. Peppino Impastato, una storia collettiva” compagne, compagni, amici e familiari di Peppino ritratti oggi dai fotografi dell’Associazione AsaDin. Sala dell’Ex Antiquarium del Palazzo Municipale di Terrasiniin Piazza Falcone e Borsellino, a pochi passi dalla sede storica di Radio Aut. Visitabile fino 14 maggio, info associazioneasadin@libero.it

 

Dal 4 all’8 Maggiopresso il Campo sportivo di Cinisi, Memorial Peppino Impastato, categorie (2004/2005 – 2006 – 2007 – 2008 – 2009 – 2010/211) (verranno premiate le prime 5, la categoria 2010/2011 non verrà premiata, poiché troppo piccoli).

Dirette e interviste su Radio 100 passi

{jcomments on}

guidoattuale

Concorso fotografico Guido Orlando 2017

 

guidoattuale

Ecco il bando per partecipare

L’Associazione Asadin, in collaborazione con Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, bandisce la prima edizione del Concorso fotografico “Guido Orlando”, in continuità con il Premio fotografico Peppino Impastato. Un premio che lo stesso Guido Orlando quando era in vita, aveva contribuito a ideare.

Guido Orlando è stato uno dei compagni di Peppino Impastato, tra i fondatori di Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato e dell’Associazione fotografica Asadin, che della fotografia ha fatto la sua massima forma di espressione.

Il tema del Concorso è legato al filo conduttore del 9 maggio 2017: i diritti negati. Tema che il gruppo di lavoro del Coordiamento nazionale di Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato ha scelto di affrontare e portare avanti fino al 9 maggio 2018, quarantesimo anniversario dell’assassinio mafioso di Peppino.
A valutare le opere sarà una giuria qualificata selezionata dall’Associazione Asadin che vedrà anche la presenza del fotoreporter Tano D’Amico, del fotografo Francesco Seggio e del pittore e fotografo Pino Manzella.

L’invio delle immagini potrà avvenire esclusivamente in formato elettronico entro le 23.59′.59” del 22 aprile 2017 all’indirizzo mail associazioneasadin@libero.it.

Ai link qui sotto potete trovare e scaricare il bando per partecipare al Concorso e i documenti da compilare.
Per qualsiasi informazione potete scrivere a associazioneasadin@libero.it.
Partecipate numerosi!

 

Allegato A

Allegato B

Bando Guido Orlando 2017

 

{jcomments on}